Basilica di San Nicola


La basilica di San Nicola (Chiìse de Sanda Necòle in barese) nel cuore della città vecchia di Bari, è uno dei più fulgidi esempi di architettura del romanico pugliese. Fu costruita in stile romanico tra il 1087 e il 1100, durante la dominazione normanna. L'edificazione della basilica è legata alle reliquie disan Nicola, traslate, per la parte più appariscente, da sessantadue marinai baresi dalla città di Myra, in Licia, e giunte a Bari il 9 maggio 1087.Il flusso secolare dei pellegrini ha permesso la costituzione di un tesoro, composto dai doni (spesso in materiali preziosi) che essi portavano in basilica come segno di devozione per il santo che vi si venerava. Questo tesoro, testimone di fede e di storia per il culto nicolaiano, è oggi custodito nel MUSEO NICOLAIANO.

San Nicola di Myra, che da secoli riposa nella basilica omonima, è uno dei santi maggiormente venerati fra i cristiani ortodossi, soprattutto tra gli appartenenti alla Chiesa ortodossa russa.La basilica rappresenta uno dei pochi luoghi frequentati contestualmente da fedeli appartenenti a diverse confessioni cristiane. Dopo la fine dei regimi totalitari e la conseguente apertura dei paesi dell'Europa dell est al turismo e ai rapporti con il mondo estero, ha rappresentato uno degli snodi privilegiati del turismo legato ai pellegrinaggi religiosi.Il suo essere meta privilegiata delle due Chiese segna l'incontro tra la cultura cattolico-romana e quella greco-ortodossa, che pure ha condizionato significativamente la cultura pugliese nel corso della sua storia. Celebrazioni in rito ortodosso si tengono quotidianamente nella cripta della basilica, accanto al simulacro del santo. 

La figura di San Nicola ha dato origine alla celebre leggenda di Santa Claus (in italiano Babbo Natale).

*TOUR VIRTUALE BASILICA DI SAN NICOLA*

Maggiori Informazioni